I SINDACI DELLA CHIESA

Il sindaco della chiesa o fabbricere, aveva il compito di amministrare i beni di ragione della chiesa. In tale mansione era assistito dal parroco di Taio e, quando Dermulo ne ebbe uno, dal primissario. A Dermulo, da quanto emerso, l'incarico almeno nel Settecento aveva una durata quasi sempre annuale. Il periodo per˛ non era rigidamente rispettato e in ogni caso non coincideva, se non casualmente, con l'anno solare. Un sindaco quindi si ritrovava spesso ad amministrare a cavallo di due anni. Scorrendo la lista dei sindaci, sembrerebbe che l'incarico, almeno fino al Settecento, toccasse a ruota a tutti i capifamiglia. Solo pi¨ tardi sarÓ attribuito mediante votazione. Sono giunto a questa conclusione perchŔ erano interessati alla sindacarýa, anche le famiglie e le persone assenti dal paese. In questo caso venivano rappresentate da una persona di fiducia che svolgeva il compito in loro vece. La persona rappresentata veniva designata come "sindaco principale". Nell'Ottocento la durata in carica del sindaco divenne pluriennale e per tale compito spesso venivano elette anche due persone. La mansione era molto importante e richiedeva una certa responsabilitÓ, anche se veniva comunque svolta assieme al primissario e al parroco di Taio che in questa veste era detto "sindaco maggiore". Si aveva a che fare con vendite, acquisizioni, affitti (i cosiddetti livelli), prestiti (censi), lasciti e legati ecc. dei quali poi si doveva rendicontare annualmente al pievano di Taio. Alla stesura del bilancio presenziavano anche i regolani della comunitÓ e altri vicini. Il sindaco doveva rispondere con i suoi beni personali, se la chiesa avesse subito un danno economico per la sua cattiva gestione.
I vari atti dellĺamministrazione, di norma erano trascritti da un notaio in un apposito libro chiamato urbario. Per la chiesa di Dermulo si Ŕ conservato un urbario iniziato nel 1766 e riportante gli ultimi scritti nel 1807. Su tale libro figurava, oltre all'inventario di tutti i beni mobili ed immobili della chiesa, rendite e passivitÓ, anche i resoconti annuali, e alcuni documenti rilevanti per la gestione.
Alla scadenza del mandato, il sindaco uscente assieme al parroco, ai regolani e al nuovo sindaco, si riunivano nella casa del sindaco in carica per il passaggio delle consegne. In quell'occasione veniva presentato il bilancio. A partire dal 1792, in seguito alla sua ristrutturazione, le riunioni si svolsero prevalentemente nella canonica.
Riguardo alla chiesa dell'eremo di Santa Giustina, giÓ alla fine del Cinquecento, aveva una gestione indipendente dalla chiesa dei Santi Filippo e Giacomo. Sono infatti documentate alcune persone di Dermulo in veste di sindaci della chiesa di Santa Giustina. Nell'archivio parrocchiale, non si trova traccia per˛ di nessun urbario dedicato, e nemmeno che ne fosse esistito uno in passato. Dall'urbario del 1766 -1807, traspare invece che, gli ormai pochi affari riguardanti Santa Giustina, erano trattati dagli amministratori della chiesa dei SS. Filippo e Giacomo.

 
 

ELENCO DEI SINDACI DELLA CHIESA

 

ANNO

SINDACO

1482

MICHELE ZATTON

1503

SIMONE FU FRANCESCO FU NASCIMBENE

1573

ERCOLE INAMA (sindaco della Chiesa di S. Giustina)

1617

BARTOLOMEO INAMA

1620

VITTORE INAMA

1627

GIACOMO INAMA

1633

CIPRIANO INAMA

1634

CIPRIANO INAMA (sindaco anche di S. Giustina)

1655

SILVESTRO INAMA

1688

GIACOMO INAMA fu Silvestro

1689

GREGORIO ENDRIZZI (sindaco della Chiesa di S. Giustina)

1690

GREGORIO ENDRIZZI

1691

ANTONIO MENDINI (sindaco anche di S. Giustina)

1693

GIOVANNI EMER

1698

GIOVANNI EMER

1699

BARTOLOMEO INAMA

1700

ANTONIO MENDINI

1708

GIOVANNI EMER

1709

GIOBATTA INAMA

1710

SILVESTRO INAMA

1715

GIOVANNI GIACOMO INAMA

1716

GIOVANNI GIACOMO INAMA

1723

GIACOMO ANTONIO MENDINI

1724

ANTONIO MENDINI

1733

GIACOMO INAMA fu Giovanni Giacomo

1736

GIOBATTA INAMA

1740

GIOVANNI GIACOMO INAMA

1743

GIOVANNI GIACOMO INAMA fu Ottavio

1746

GIUSEPPE MASSENZA

1748/51

GIOBATTA INAMA

1752

GIACOMO MENDINI fu Giacomo

1753

GIOVANNI GIACOMO INAMA fu Giovanni Giacomo

1759

FRANCESCO MENDINI

1760

ANTONIO INAMA fu Giobatta

1762

ANTONIO INAMA fu Giobatta

1764

GASPARE INAMA

1766-1767

ANTONIO INAMA fu Giobatta

1767-1768

ANTONIO INAMA

1768-1769

BORTOLO MENDINI

1769-1770

GIOVANNI GIACOMO INAMA

1770-1772

GASPARE INAMA

1772-1773

BARTOLOMEO INAMA di Fondo a mezzo di Francesco Mendini

1773-1774

GIACOMO MENDINI di Sanzeno a mezzo di Bortolo Mendini

1774-1775

ANTONIO INAMA

1775-1776

GIUSEPPE INAMA

1776-1777

ROMEDIO MENDINI

1777-1779

GIOVANNI FRANCESCO INAMA

1779-1780

GIOVANNI INAMA fu Gio.Batta

1780-1781

GIOVANNI EMER a nome dei Betta di Banco

1781-1782

GIOVANNI EMER a nome della famiglia Inama di Fondo

1782-1784

ANTONIO INAMA  a mezzo del genero GIOVANNI MENDINI

1784-1786

GIOVANNI INAMA figlio di Gasparo

1786-1787

GIOVANNI EMER figlio di Cristano a nome di Bartolomeo Inama di Fondo e degli eredi di Francesco Betta di Banco

1787-1788

GIOVANNI FRANCESCO INAMA

1788-1789

SILVESTRO INAMA detto SalÓ

1789-1790

GIACOMO ENDRIOCHER a nome del Conte GIUSEPPE THUN

1790-1791

ROMEDIO MENDINI

1791-1792

GIOVANNI EMER

1792-1793

GIOVANNI MENDINI a nome di Giuseppe Inama

1793-1794

GIOVANNI MENDINI a nome di suo suocero Antonio Inama

1794-1795

GIOVANNI BATTISTA INAMA

1795-1796

MATTIA MENDINI

1796-1797

GIACOMO ENDRIZZI a nome degli eredi Betta

1797-1798

GIOVANNI EMER

1798-1799

GIOVANNI FRANCESCO INAMA

1799-1800

PIETRO MENDINI

1800-1801

GIOVANNI MENDINI

1801-1802

SILVESTRO INAMA

1802-1803

GIUSEPPE INAMA

1803-1804

GIOVANNI FRANCESCO INAMA

1804-1805

GIOVANNI EMER a nome di Vigilio Inama di Fondo (il resoconto nel novembre 1805 fu eseguito da Pietro Emer, manente di Vigilio)

1805-1806

GIOVANNI EMER

1806-1807

TOMMASO PAOLI

1807-1808

MATTIA MENDINI

1807-1811

MATTIA MENDINI

1812-1818

ALFONSO COVA E GIUSEPPE PANIZZA di Taio (per disposizioni superiori)

1818/32

MATTIA MENDINI

1833

PIETRO INAMA

1838

ANTONIO INAMA

1839/47

GIOVANNI INAMA fu Giacomo

1847/54

PIETRO INAMA

1866

LORENZO INAMA E PIETRO EMER

1895

EUGENIO INAMA

1897

GIUSEPPE INAMA

1898

GEREMIA INAMA

1929

GEREMIA INAMA E DEMETRIO INAMA