GLI ABITANTI DI DERMULO NEL 1554

   

 

ABITANTI 1620

ABITANTI 1670

ABITANTI 1710

ABITANTI 1780

ABITANTI 1830

ABITANTI 1880

ABITANTI 1921

 

L'elenco di capifamiglia sotto riportato Ŕ  stato ripreso da un documento di riunione regolanare della villa di Dermulo indetto il 7 luglio 1554 per eleggere due sindici che in rappresentanza della comunitÓ dovevano portare davanti ai superiori le ragioni di quest'ultima nei confronti di Romedio Barbacovi che era reticente al pagamento delle collette. Dallo scritto del notaio Gottardo Gottardi di Rallo, risulta che la consistenza dei capifamiglia fosse intorno ai 20 individui. Nel documento compaiono solo gli aventi diritto di partecipare alla regola, per cui degli altri di cui avevo notizia da altre fonti, sono stati da me aggiunti. Sono stato comunque in grado di collocarle nelle rispettive case le poche persone non oriunde di Dermulo, quali Antonio Pangrazzi nella futura casa n. 25, gli eredi Frisoni nella casa al Castelet, Romedio Barbacovi nella futura casa n. 22.

Non tutti gli aventi diritto al voto erano presenti in prima persona per cui furono rappresentati da delegati. Era il caso di Cristoforo Filippo (Cristoforo del Filip Inama) e i fratelli Bertoldo e Corradino Cordini che risiedevano stabilmente a Fondo; degli eredi di Giacomo Cordini, di Simone Pret, di Gaspare Inama e di Antonio Frison ancora in minore etÓ; di Vigilio Inama, Giovanni Mendini, Tommaso Massenza, Vigilio Cordini e i fratelli Vigilio e Gaspare Massenza assenti momentaneamente da Dermulo, forse per motivi di lavoro; Bartolomeo Cordini forse di Taio.

Ovviamente, per quanto riguarda gli altri componenti dei vari nuclei familiari, il risultato presenta molti limiti sia per il numero effettivo, sia per il nominativo, in quanto basandoci quasi esclusivamente su questo scritto, moltissime persone formanti il nucleo familiare, oserei dire la maggior parte, sono rimaste nel buio. Di conseguenza anche il numero di abitanti Ŕ sicuramente sottostimato. Ritengo comunque che, se aumentassimo i componenti di ogni famiglia di una unitÓ, per arrivare ad un totale di circa 124 abitanti, otterremmo un risultato abbastanza realistico.

Riguardo al numero delle case esistenti all'epoca, non era molto dissimile da quello del 1620. In particolare alcune case che sicuramente erano giÓ esistenti all'epoca, ovvero le future n. 13-14 e n. 4 risultano essere state vuote.

Le seguenti abbreviazioni indicano i rapporti di parentela con il Capofamiglia: (m) sta per moglie, (f) per figlio/a, (fr) per fratello, (S) per sorella, (v) per vedovo/a, (p) per padre, (M) per madre, (s) per suocero/a, (n) per nipote, (z) per zio, (N) per nuora e (c) per cognato/a. 

 

CAPOFAMIGLIA ALTRI COMPONENTI NUM.COMP. CASA NOTE
GASPARE II INAMA EREDI Pedrina N. (v)
Antonio Inama (f)
Ercole Inama (f)

Giovanni Inama (f)

4

Casa n. 1



 

ANTONIO INAMA N. Inama (m)
Margherita Inama (f)
Marino Inama (f)
Massenzio Inama (f)

5

Casa n. 1
Detto "del Marin" in quanto figlio di Marino, per distinguerlo dall'altro Antonio Inama figlio di Salvatore. Probabilmente abitava nella porzione sud della casa.
 
SIMONE PRET EREDI N. N. (v)
Matteo Pret (f)
Giacomo Pret (f)
Pietro Pret (f)

4

Casa n. 2-3
Simone abitava nell'angolo nord-est della casa e forse aveva la disponibilitÓ anche della casa n. 6.
 
GREGORIO MENDINI N. N. (m)
Anna Mendini (f)
 

3

Casa n. 5-6

Anna sposava Leonardo Endrizzi di Don, il cui figlio Gregorio ritornava poi a Dermulo abitando in questa casa.

VALENTINO I INAMA N.N. (m)
Marino III Inama (f)

Cipriano I Inama (f)

4

Casa n. 7 



 

TOMMASO PRET N. N. (m)
N. N. (f)
N. N. (f)

4

Casa n. 8
Tommaso aveva sicuramente moglie e due figli dei quali per˛ non conosciamo il nome.
 
ANTONIO FRISON EREDI N. N. (v)
Leonardo Frison (f)
Antonio Frison (f)
Baldassarre Frison (f)
 

4

Casa n. 9-11  
ANTONIO GATTA

0

Casa n. 13-14
Antonio Gatta di Coredo dovrebbe essere stato il proprietario della casa che per˛ non aveva mai abitato.

 
TOMMASO MASSENZA N. N. (m)
Fabiano Massenza (f)
Sebastiano Massenza (f)

4

Casa n. 15


 
VIGILIO MASSENZA
N. N. (m)

2

Casa n. 16
 
FRANCESCO MASSENZA
N. N. (m)
Simone Massenza (f)
Francesco Massenza (f)
Domenico Massenza (f)

5

Casa n. 16  
GASPARE MASSENZA
N. N. (m)
Simone Massenza (f)


3

Casa n. 16  
GIOVANNI MASSENZA
N. N. (m)
Concio Massenza ? (f)

3

Casa n. 16 Giovanni che era giÓ morto nel 1571 non compariva nella regola del 1554. La sua ascendenza Ŕ sconosciuta ma ipoteticamente potrebbe essere stato un figlio di Nascimbene.
BARTOLOMEO CORDINI  

0

Casa n. 17-18


La presenza di Bartolomeo in questa casa Ŕ ipotetica. Essa Ŕ stata determinata in base all'ordine di citazione dei membri alla regola e ci˛  collimerebbe anche con quanto emerso da regesto dei documenti presenti nella canonica di Dermulo, dove Bartolomeo Ŕ citato come erede di Vincenzo Cristani. Bartolomeo anche se con stipiti dermulane sembra aver abitato a Taio dove presumo avesse avuto due figli, Pietro e Bertoldo sicuramente beneficiati della casa di Vincenzo.
 

GIOVANNI INAMA Maria Inama (S)

2

Casa n.19 


Giovanni e Maria erano figli del fu Leonardo e per tale motivo il primo era soprannominato "del Nard" per distinguerlo dagli altri omonimi coevi risiedenti a Dermulo. Giovanni abitava nella casa di Cristoforo Filippo Inama di Fondo, come il padre Leonardo, pur possedendo una porzione della casa n. 2-3.
 

GIOVANNI MENDINI Caterina (Massenza)? (m)
Antonio Mendini (f)
Giovanni Mendini (f)
N. Mendini (f)

5

Casa n. 20-21
 
 
ROMEDIO MENDINI
Margherita Inama (m)

 

2

Casa n. 22

Potrebbe darsi che Romedio avesse vissuto nella casa n. 5-6 assieme al fratello Gregorio, anche se la distribuzione dei nominativi nella regola, va invece propendere per la casa n.22.

MENDINO MENDINI
Domenica N. (m)
Marina Mendini (f)

 

3

Casa n. 22

 

ANDREA MENDINI
N. N. (m)

N. Mendini (f)
 

3

Casa n. 22

 

ROMEDIO BARBACOVI N. Mendini (m)
Ferdinando Barbacovi
(f)
Nicol˛ Barbacovi
(f)

4

Casa n. 22



 
GIOVANNI ANTONIO CORDINI N. N. (m)

2

Casa n. 23

Non Ŕ dato a sapere se Giovanni Antonio fosse stato sposato e se avesse avuto figli.


 
VIGILIO CORDINI N. N. (m)

2

Casa n. 23

Non Ŕ dato a sapere se Vigilio fosse stato sposato e se avesse avuto figli.


 
SIMONE CORDINI N. N. (m)
Filippo Cordini (f)
Antonio Cordini (f)

4

Casa n. 23




 
NICOLO' CORDINI N. N. (m)
Baldassarre Cordini (f)
Ursula Cordini (f)
Antonio Cordini (f)

5

Casa n. 23




 
GIACOMO CORDINI EREDI N. N. (v)
Martino Cordini (f)
Gervasio Cordini (f)

3

Casa n. 24



 

ANTONIO PANGRAZZI Anna Cordini (m)

2

Casa n. 25



 

ANTONIO INAMA N. N. (m)
Giovanni Inama (f)

3

Casa n. 26
Figlio del fu Salvatore.
 
SALVATORE III INAMA
Giacoma Martini (M)
Silvestro Inama (fr)
N. Inama (S)

4

Casa n. 27 Salvatore figlio del fu Vittore era notaio
VIGILIO II INAMA N. N. (m)

2

Casa n. 27
Vigilio, figlio di Giovanni si sarebbe trasferito a Fondo intorno al 1559
 
GREGORIO II INAMA N. N. (m)
Vigilio Inama (f)

3

Casa n. 27 


Era detto Rig˛lo ed era figlio del fu Vigilio.
 

TOTALE

NUM. MINIMO CERTO DI ABITANTI: 94

NUMERO DI ABITANTI PROBABILE:    124

 

 

ABITANTI 1620

ABITANTI 1670

ABITANTI 1710

ABITANTI 1780

ABITANTI 1830

ABITANTI 1880

ABITANTI 1921